La Russia moltiplica la pressione sugli Usa anche lontano dall’Ucraina. A Cuba arrivano tre navi militari e un sottomarino a propulsione nucleare, in Sudan si lavora a una base di Mosca proprio nel mezzo delle rotte del Mar Rosso